LIBERATI DALLE PERDITE DI TEMPO E DAI COSTI ELEVATI UNA VOLTA PER TUTTE GRAZIE ALLA SBAVATURA ROBOTIZZATA!

 

sbavaturaIn questo articolo informativo partiamo dal presupposto che ogni pezzo pressofuso deve essere sbavato. La strada più semplice come ben sappiamo entrambi è tranciare le bave e granigliare il pezzo.

Purtroppo però questa operazione sempre più spesso non è sufficiente, in quanto aumenta drasticamente la mole di lavoro per l’operatore, il quale lima alla mano ripassa tutti i profili del pezzo, rimuove le zone taglienti e leviga le superfici.

Questa operazione viene prima effettuata vicino alle macchine di granigliatura, poi sei costretto a creare una zona di lavoro più ampia, costringendoti a realizzare un reparto di sbavatura.

Tutto fiero, prepari anche una festa per inaugurarlo…
… ma la situazione è peggiore di quanto credi!

Nasce infatti un reparto che non dovrebbe esistere, perché l’operazione di sbavatura non è conteggiata nel costo pezzo e i tuoi costi fissi aziendali aumentano drasticamente e i bilanci a fine anno sono drammatici.

Oltre a questo, i problemi del reparto sono innumerevoli:

  • la manodopera specializzata richiesta
  • Il tempo di sbavatura non costante
  • I pezzi sono tutti diversi
  • I pezzi non sono tutti conformi
  • Il costo degli utensili non è costante
  • Le malattie professionali o malattie correlate al lavoro

Vediamo insieme uno ad uno per renderti chiaro il grande problema che stai affrontando:

 

Manodopera specializzata

Per sbavare un pezzo l’operatore deve acquisire manualità e deve rispettare delle restrittive specifiche, che molte volte non conosce o fatica a rispettarle… Del resto errare è umano!

Deve conoscere appunto i pezzi e sapere con quali utensili lavorarli. In poche parole la manodopera deve essere specializzata ma purtroppo si fatica a trovarne e quindi sei costretto a inserire nella tua azienda una manodopera generica.

 

Tempo di sbavatura non costante

Ogni operatore ha i sui ritmi e le sue capacità in termini di concentrazione e di forza. Il tempo necessario per la sbavatura di un pezzo dipende dalla persona. Quantificare quindi quanto costa sbavare è un problema importante e capisci che anche questo dato è variabile e NON potrai averlo MAI sotto controllo. Costi fissi alti e variabili associati a tante incognite.

 

I pezzi sono tutti diversi

La sbavatura manuale implica che ogni pezzo è fatto in modo diverso. Il cliente riceve quindi tanti particolari simili, magari con difetti differenti l’uno dall’altro. Questo genera nel cliente un senso di inaffidabilità verso il fornitore e fa nascere delle lamentele noiose.

 

I pezzi non sono conformi

La sbavatura manuale dipende dall’operatore, dal suo impegno e dalla sua concentrazione. Ci si può trovare dei pezzi parzialmente sbavati oppure sbavati in eccedenza che il nostro cliente ci rigetta.

La situazione peggiore è quando il cliente ci rende tutta la partita di pezzi da controllare, ed è qui che sale la tensione.

 

Costo degli utensili non costante

A seconda dell’operatore e delle sue competenze, c’è un diverso consumo degli utensili. Chiaramente, l’operatore più inesperto tende a consumare più materiale perché non riesce a compensare l’usura… e chi è in grado di stabilire le sue competenze quando è un processo fuori controllo?

 

Le malattie professionali o malattie correlate al lavoro

L’operazione di sbavatura sottopone a sforzi e vibrazioni gli arti superiori, in particolare mani e polsi e la movimentazione del pezzo genera il rischio di lesioni dorso-lombari.

Il protrarsi nel tempo di tali attività implica la generazione di malattie professionali.

L’operatore esperto, quello che preferiamo per la costanza, la qualità e la resa spesso è a casa a riposare per patologie e disturbi muscoloscheletrici.

Ci sono poi problemi di rumore e le inalazioni di polveri nocive. Ci manca solo una denuncia di un tuo dipendente e poi la frittata è fatta!

Cosa fare per non Rischiare di gettare
al vento tutta la tua produzione?

La cosa più intelligente da fare è iniziare a robotizzare l’operazione di sbavatura, anche se ogni volta che parlo con un cliente che non ha acquistato le mie macchine, mi trovo di fronte a un muro di diffidenza verso questo tipo di soluzione perché pensa che quello che sta facendo sia giusto.

Tutto vero..
ma la situazione è ancora più grave!

Il cliente diffidente può pensare che continuare a fare quello che sta facendo è giusto ma davvero non vuole credere che da li a poco tempo rischia di buttare all’aria la sua azienda, perché i costi si sono alzati dell’80% circa e perché i suoi dipendenti sono portati ad uno sforzo estremo.

Trovo diffidenza anche in quei clienti che fino ad oggi utilizzavano la robotizzazione di questo processo attraverso una macchina molto semplice. L’imprenditore sprovveduto (magari sei proprio tu) si è affidato al vicino di casa o al mio concorrente improvvisato che ha preso un robot, un utensile di fresatura standard compensato e… voilà… la macchina è fatta.

Purtroppo questo non basta!
Anzi crea più problemi che benefici…

Le problematiche che trovi quando fai un sistema robotizzato di sbavatura così semplice e “fatto in casa” sono:

  • Capacità di lavoro limitata: Un macchina così costruita non riesce a sbavare le zone necessarie.
  • Difficile programmazione: spesso la fresa lascia più difetti di prima.
  • Difficile riattrezzaggio: Devi cambiare la fresa e non riesci a rimetterla nella medesima posizione, ti ritrovi dunque a dover ritoccare tutto il programma.
  • Difficile gestione delle bave impreviste: si presenta una nuova bava che ti impasta la fresa e non riesci più a lavorare.
  • Programmatore specializzato sempre vicino alla macchina: il tuo robot necessita di un operatore specializzato che è sempre impegnato a ritoccare il programma.

Quindi questo cliente “diffidente” (che potresti essere tu) si è trovato con un robot (già ben pagato) ma che non gli ha dato valore aggiunto, un operatore comunque da stipendiare e programmatore robot sempre impegnato a rivedere i piani e i programmi di lavorazione.

Un cliente che si è trovato con gli stessi problemi di prima e che ha pure investito tempo e denaro!

Per risolvere questo tipo di problema ho progettato e costruito macchine apposite per la sbavatura e ho fatto nascere le celle robotizzate serie AFC, macchine composte da molti elementi, dove ognuno dei quali risolve un particolare problema.

In particolare in questa serie di macchine abbiamo progettato un unità a revolver a 4 utensili, costruendo una serie completa di utensili per l’utilizzo in cella robotizzata.

La nostra torretta a revolver è un unità con 4 postazioni compensate con aggancio rapido: puoi montare 4 utensili, ognuno di essi ha un sistema di compensazione, dove hai bisogno solo di una chiave da 17 per toglierlo e rimetterlo. Ogni volta che cambi l’utensile questo torna nella medesima posizione non hai bisogno di ritoccare il programma.

Ogni postazione ha un sistema di compensazione tridimensionale. Programmando il robot ti preoccupi solo che l’utensile tocchi il pezzo e la quantità di asportazione è fatta dalla forza che setti nel giunto di compensazione.

La traiettoria del robot inoltre, non deve essere perfetta, perché avendo 4 postazioni puoi usare diverse tipologie di utensile, ognuna adatta alla zona che lavori.
Da programma robot si imposta in quale posizione deve essere l’unità in modo da usarla nella posizione più comoda per lavorare e in quella che ci fa risparmiare tempo ciclo.
Gli utensili a disposizione di questi impianti ti permettono di lavorare ogni zona del tuo pezzo e oggi per te sbavare con robot è sinonimo di: “scontornare con frese diametro 12 mm”.

Con le celle robotizzate serie AFC puoi:

  • limare i profili con utensili da 4” a 10”
  • Scontornare con frese da 3 fino a 16 mm
  • Smerigliare con nastri larghi da 15 a 30 mm
  • Carteggiare le superfici
  • Sbavare con pad circolari
  • Limare gli estrattori
  • Carteggiare le chiusure stampo

La macchina inoltre, ha anche un sofisticato software che ti permette di:

  • compensare l’usura dell’utensile: la pressione di lavoro può essere incrementata per aumentare la capacità di taglio dell’utensile.
  • obbligare l’operatore a sostituire l’utensile quando usurato: la macchina verifica quanti pezzi sono stati lavorati e obbliga l’operatore al cambio.
  • rendere l’attrezzaggio semplice e veloce: la macchina memorizza note di riattrezzaggio. Indica all’operatore in quale postazione deve mettere l’utensile e memorizza ogni settaggio.

Per arrivare a queste soluzioni ricercate, ogni utensile è stato sviluppato a stretto contatto con un cliente, in questo modo il cliente ci sottopone una problematica e noi costruiamo l’utensile, in modo tale da essere testato dal cliente stesso, facendolo lavorare giorno e notte per diverso tempo.

Poi l’utensile torna da noi, lo analizziamo e miglioriamo le sue parti critiche, rendendolo perfetto, performante ed efficace per ogni tipo di lavorazione. Solo a questo punto l’utensile viene messo a disposizione di tutti gli imprenditori che non vogliono più perdere tempo e denaro con soluzioni “fai da te” o “fatte in casa” pensando di risparmiare.
Sbavare oggi con le nostre macchine ha i seguenti vantaggi:

  • nessuna manodopera specializzata richiesta
  • Il tempo di sbavatura costante
  • I pezzi sono tutti uguali
  • I pezzi sono tutti conformi
  • Il costo degli utensili è costante
  • Le malattie professionali sono evitate
  • Nessuna limitazione nelle operazioni di sbavatura
  • Facile programmazione
  • Facile riattrezzaggio
  • Facile gestione delle bave impreviste
  • Programmatore specializzato richiesto solo alla prima programmazione

 

Nessuna manodopera specializzata richiesta

Una volta programmata la macchina è lei che effettua le lavorazioni e che guida l’operatore: modifica il suo modo di lavorare per aumentare la vita utensile e si ferma obbligando il cambio utensile; addirittura avvisa quando l’operatore è in ritardo con il carico dei pezzi.

 

Il tempo di sbavatura costante

La macchina è assolutamente costante nel tempo ciclo. Una volta stabilito il programma lo riesegue nei medesimi tempi.

 

I pezzi sono tutti uguali

Grazie al sistema di compensazione la macchina è in grado di produrre pezzi sbavati sempre nel medesimo modo anche se questi sono diversi l’uno dall’altro in termini dimensionali.

 

I pezzi sono tutti conformi

Grazie al range di utensili utilizzabile, al sistema di compensazione i pezzi che vengono prodotti rimangono sempre nelle tolleranze espresse dal cliente. Inoltre la macchina non dimentica mai di effettuare un’operazione, al contrario del tuo operatore.

Non avrai quindi più resi perché il pezzo non risulta sbavato nel modo corretto.

 

Il costo degli utensili è costante

La macchina usa sempre la medesima quantità di utensili. Ne usa per giunta il 30% in meno dell’operatore e il suo consumo è costante. Infatti, puoi calcolare il costo utensile per pezzo in modo affidabile.

 

Le malattie correlate al lavoro sono evitate

L’operatore è lontano dalla zona di pericolo, NON ha problemi alle braccia, alla schiena, di postura o di respirazione. Non si sforza e non è parte importante del processo che fa il tempo ciclo di sbavatura.

 

Nessuna limitazione nelle operazioni di sbavatura

Grazie al range di utensili disponibile e alla nostra crescente esperienza, puoi fare ogni tipo di sbavatura. Non sei limitato ad usare una fresa, puoi pertanto usare lime, nastri, carteggiatrici…

 

Facile programmazione

Gli utensili sono tutti compensati. Devi solo portare il pezzo con il robot nei pressi dell’utensile di sbavatura, muovere il robot nella zona che devi lavorare e il programma è fatto.

 

Facile riattrezzaggio

Ogni utensile è montato con una connessione rapida sull’unità. E’ necessario solo una chiave da 17 e il resto è semplicissimo: non ci sono tubi da scollegare e non si può montare l’utensile al contrario.

 

Facile gestione delle bave impreviste

Attraverso il sistema di compensazione, quando una bava è maggiore del previsto l’utensile lavora maggiormente, rimuovendo in modo automatico tutto il materiale in eccesso.

Inoltre gli utensili sono studiati per l’utilizzo con robot e hanno quindi capacità di taglio di monto superiori a quelle di utensili manuali.

 

Programmatore specializzato richiesto solo alla prima programmazione

La macchina nasce per essere usata da personale “non specializzato”. Ogni dettaglio è studiato per rendere l’impianto facile da utilizzare e semplice da riattrezzare.

Oggi il sogno della sbavatura robotizzata è realtà!

COSA CAMBIEREBBE NELLA TUA AZIENDA SE
INSTALLI UN IMPIANTO CON QUESTE CARATTERISTICHE?

LA RISPOSTA LA TROVI SCARICANDO SUBITO LA SCHEDA DI COMPARAZIONE CON UN’ANALISI MULTICRITERIO A PUNTEGGIO DEI BENEFICI DI UNA SBAVATURA ROBOTIZZATA.

Devi solo inserire la tua mail qui sotto e scaricare la scheda di comparazione:

La tua email

Commento (non richiesto)

Privacy policy art. 13-d.lgs. 196/2003

A presto

Piercarlo Bonomi
Esperto in Macchine Robotizzate di Taglio e Sbavatura

 

SCARICA REPORT GRATUITO

GLI 8 SEGRETI PER INVESTIRE IN UN IMPIANTO ROBOTIZZATO