Come è fatta una macchina robotizzata di sbavatura

L’ ISOLA

Nel settore è molto più diffuso il termine ISOLA per identificare una macchina robotizzata.

Inizierei proprio da questo uso sbagliato del termine per spiegarti come è fatta una macchina robotizzata.

All’alba dei robot (negli anni ’90) per costruire una macchina non si guardava alle normative, bastava che questa producesse pezzi.

Quindi il robot era al centro dell’attenzione del costruttore e dell’utilizzatore.

Il robot era la palma più altra al centro dell’ISOLA. La macchina robotizzata era assestante (non collegata a nient’altro nella fabbrica) e il robot il punto focale della macchina.

Tutte le apparecchiature erano in funzione del robot e il loro studio in termini di sicurezza era ancora in divenire.

Oggi tutto è cambiato.

Ma andiamo per passi.

Come è fatta una macchina di sbavatura robotizzata?

Continua a Leggere >

Share:

Tutto quello che devi sapere

In una fabbrica non è solo importante verificare che le macchine siano sicure. È importante verificare anche le interazioni.

Pensi di mettermi in casa una cosa innoqua e invece ti stai mettendo una bomba sotto la sedia!!!

Ma andiamo per passi.

Io produco macchine per sbavare alluminio.
Se collegate ad un aspiratore (che funziona) non sono assolutamente pericolose.

Ma se fai le cose sbagliate allora diventa veramente un rischio non calcolabile.

Ecco qui come devi fare se stai installando una macchina che produce polvere di alluminio.

Continua a Leggere >

Share:

La sicurezza integrata e impianti robotizzati

Come si integra la sicurezza in un sistema con impianti robotizzati?

“Metto un bel sensore, il più caro e la mia macchina è sicura”

Invece non è assolutamente così!

Se hai una macchina che vuoi rendere sicura, la progettazione e la scelta dei componenti deve essere molto accurata.

NON BASTA SCEGLIERE UN SENSORE PIÙ COSTOSO.

A seconda delle funzioni di sicurezza e del livello di rischio e della frequenza di utilizzo c’è il componente giusto.

Continua a Leggere >

Share:

Natale 2018

É arrivato il Natale.

Mi sembra solo ieri che l anno iniziava pieno di speranze e di cose da fare.
Eppure il tempo è corso veloce.

Questo anno è stato pieno di sfide da vincere e salite ripide.

Devo dire che sono molto soddisfatto.
Devo ringraziare tutti i miei collaboratori per l impegno che hanno profuso in questo anno.

Devo ringraziare tutti i miei fornitori che ci hanno seguito al meglio rendendo possibile tutto quello che abbiamo fatto.

Devo SOPRATTUTTO ringraziare tutti i clienti che mi hanno dato fiducia e che hanno contribuito a far diventare Trebi e casting automation più grande, importante e conosciuto.

Ora è il momento di riposare per ripartire forte il prossimo anno.

Abbiamo una serie di novità da mettere in pista il prossimo anno.
Stiamo migliorando il sistema per lavorare pezzi pressofusi.

Sono al lavoro anche su grandi novità per far diventare le macchine veramente industria 4.0
Soluzioni che non servono solo per prendere gli incentivi in Italia, ma per usare la macchina meglio e più facilmente.

Hai tempo in queste vacanze per leggere tutto quello che trovi in questo blog per metterti in pari.

Scarica subito la guida ” gli 8 segreti per investire in un impianto robotizzato”

Inizia da qui.
Se vuoi davvero rivoluzionare la tua azienda troverai tante informazioni utili.

Non trovi quello che ti interessa? Vuoi informazioni personalizzata? Contattami e io ti risponderò a brevissimo.

Intanto ti faccio i miei più sinceri auguri per un sereno Natale e un ottimo 2019!

Scarica ora la guida ” gli 8 segreti per investire in un impianto robotizzato”.

Continua a Leggere >

Share:

Ritorna l’evento di raccolta fondi

Ritorna l’evento di raccolta fondi – che ha avuto un gran successo lo scorso anno – in favore dell’associazione Laura Coviello. (www.alc.it)

L’associazione supporta il Centro Trapianti di Midollo Osseo presso l’Ospedale Maggiore Policlinico di Milano.

In particolare il loro sogno è di rendere meno difficile e traumatica la vita di chi – all’improvviso – ha scoperto di essere malato di Leucemia.

Perché ho scelto di aiutare questa associazione?
Per due motivi.

Il primo è che si tratta di una piccola associazione, che conosco bene e per la quale sono disposto a mettere la faccia.

Continua a Leggere >

Share:

SCARICA REPORT GRATUITO

GLI 8 SEGRETI PER INVESTIRE IN UN IMPIANTO ROBOTIZZATO